Sogno: "Io sono Lord Spemefranta"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Sogno: "Io sono Lord Spemefranta"

Messaggio Da PGM il Dom Mag 07, 2017 5:11 pm

È molto difficile riuscire a descrivere un’emozione o un sentimento. I nomi sono solo una blanda e superficiale etichetta che a stento ne individuano la natura e quasi mai rendono giustizia della loro unicità e intimità.
Questo è tanto più vero quanto più il sentimento da descrivere è profondo.
Il processo diventa in ultimo impossibile quando non si può associare l’emozione all’evento che l’ha suscitata.
Ed è proprio quello che stai provando in questo momento. Una sensazione profonda ed insopprimibile al punto tale da definire la tua stessa natura ma allo stesso tempo aliena, della cui origine non hai memoria.
Come una robusta corda, alla cui natura concorrono numerosi fili diversi, mischiandosi e perdendosi nell’essere una sola corda e non più fili intrecciati.

Rancore, sicuramente. Lo hai già provato prima. Mai con questa intensità.
Desiderio, innegabile. Forte e privo di ogni sfumatura di pudore o umiltà con cui lo contaminavi nel passato.
Invidia, anche questa è una tua vecchia conoscenza. Sebbene tu non lo abbia mai guardato negli occhi prima, ora ti trovi costretto ad ammettere che sia sempre stato lì. Lo riconosci con estrema naturalezza e anzi, più che la sua presenza in sè, ti stupisce l’assenza di tutte quelle strutture, quegli ideali umani che prima te lo tenevano nascosto.
E poi c’è la Fame. Sebbene al momento ti senta sazio, non puoi ignorare quella sensazione che rimane sullo sfondo, pronta a riemergere su ogni tuo altro bisogno o sensazione. Implacabile e insensibile direttore dell’orchestra delle tue emozioni.

Hai appena iniziato a riconoscere il filo della Rabbia, quando i tuoi pensieri vengono interrotti, sorpresi dal sopraggiungere di un nuovo ospite. Talmente importante che per un attimo riesci a dimenticarti persino della Fame.
Cos’é? Appagamento? Soddisfazione? Sicuramente qualcosa di cui ne vuoi ancora, ne vuoi di più.
Sorge, cresce e ti riempie man mano che Dulcinea si risveglia.
Ti sembra ancora più bella di come la ricordavi. Sarà il suo sguardo smarrito? Implorante?
Sarà quel foulard di sangue rappreso che dal collo le scende sulla blusa?
“Hai Fame, mia cara?”
È la tua voce questa? Irriconoscibile! Ti sembra sia un’altro a parlare, eppure la preferisci a quella cui eri abituato.
Lei annuisce.
“Alzat…” non fai in tempo a terminare la parola che lei è già in piedi. Barcollante, come se non riconoscesse le proprie gambe, ma in piedi.
Ti scappa un sorriso, senti la pelle delle tue guance scricchiolare. Hai l’impressione che non dovresti esagerare con i sorrisi.
Alzi l’avambraccio, con cauta lentezza e punti il tuo dito (il tuo dito? Così scarno e rinsecchito?) verso il suo braccio, poi non senza una certa eleganza, con un giro di polso (click click) punti il dito verso l’alto. Il suo braccio è ora alzato.

Tutto ciò ti compiace. E lei non ne sembra dispiaciuta. Ti guarda disorientata, incantata, sottomessa. “Tu… chi sei?”
E la tua nuova voce risponde: “Io Sono Lord Spemefranta.”
avatar
PGM
Admin

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 08.07.16
Età : 38

Vedi il profilo dell'utente http://arellian.forumieren.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum